Otto Stelle Michelin fioccano su Cortina. Gambero Rosso la premia con le Forchette

Una nuova Stella e otto ristoranti premiati da Guida Michelin e Gambero Rosso. Qualità della produzione locale, valorizzazione del territorio, ma anche tradizione e innovazione insieme. Con la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo di fine novembre sono arrivati questi riconoscimenti. Una Stella al ristorante Sanbrite; riconfermata una Stella al Tivoli. Gambero Rosso, autorità internazionale per l’enogastronomia e il viaggio italiano, ha premiato Sanbrite, Tivoli e Da Aurelio con due Forchette.Ricette stellate, immagini e curiosità in questa cronaca dei premi tra i più ambiti.

di Alexa Kuhne 

Cortina d’Ampezzo – Fioccano Stelle su Cortina. E non solo quelle. Anche le Forchette del Gambero Rosso premiano i migliori fra le Dolomiti.  L’Agricucina del Sanbrite, a poco più di tre anni dall’apertura, fa il suo ingresso nelle pagine della storica guida Gambero Rosso, diventando il secondo ristorante stellato Michelin di Cortina, dopo il Tivoli, che mantiene la sua Stella da tre decenni. La guida loda gli eccellenti ingredienti della cucina del Sanbrite, molti dei quali provenienti dalla fattoria alpina della famiglia, l’Agriturismo El Brite de Larieto, situato a 1800 metri sul livello del mare. Semplicità e combinazioni perfette con ingredienti locali fanno nascere la squisitezza. Oltre al superbo formaggio autoprodotto, la Guida consiglia gli spaghetti al pino mugo e il gelato al latte e alle cime di larice. Tutto questo in un ambiente  definito “intimo e caldo” dalla Guida.

Riccardo Gaspari, SanBrite's chef . Foto: Stefania GiorgiA conferma della qualità dei prodotti del Sanbrite, anche le due Forchette conferite dal Gambero Rosso, sulle cui pagine il ristorante è in ottima compagnia: due Forchette anche al Ristorante Tivoli. In questo splendido cantuccio fra le nevi terra e mare vengono fatti incontrare dal raffinato chef  Graziano Prest.

Al ristorante Da Aurelio si va anche per scoprire le sue ricette a base di erbe selvatiche dei prati alpini. Le due guide riportano altri cinque ristoranti di Cortina con una Forchetta Gambero Rosso o un Piatto Michelin: Baita Fraina, Al Camin, Pié Tofana, El Camineto e La Corte del LamponeGli otto ristoranti segnalati nelle due guide fanno di Cortina uno dei luoghi gourmet di eccellenza delle Dolomiti e di tutte le Alpi italiane. La nuova stella Michelin del Sanbrite è rappresentativa di un più ampio movimento di ristoranti, rifugi di montagna e fattorie alpine che mettono sempre di più prodotti locali e tradizione, unita a creatività e innovazione, al centro della loro missione.

SanBrite_Credits-CortinaMarketing-

 

Novità: l’Hotel Ancora, rilevato da Renzo Rosso, ospita Hostaria in Cortina: un temporary restaurant gestito dalla famiglia Alajmo. Il nuovo locale funzionerà a pranzo, cena (se i DPCM lo consentiranno) e con il servizio di take away. Un progetto che ricalca quello dell’Hostaria in Certosa, che ha avuto successo in estate nell’isola della laguna veneziana. Mentre il Rifugio Ospitale ha cambiato gestione e punta sulla cucina tradizionale e a Km 0, ad esempio, con alcune delle sue verdure, coltivate a Cortina con amore. La struttura, in perfetto stile ampezzano, dispone di alcune camere. Si chiama La Passeggiata di Cortina, il nuovo ristorante dell’Hotel Serena. A renderlo speciale non è solo la posizione, sulla storica passeggiata panoramica di Cortina, lungo l’ex ferrovia, ma anche il menù, che cambia ogni mese e segue le stagioni. Una cucina semplice, ma ricca di genuinità. Altra recente nuova proposta: la Bottega di Graziano, by Ristorante Tivoli che propone una selezione di prodotti  scelti dallo chef stellato Graziano Prest del ristorante Tivoli Cortina. Le pietanze sono sia tradizionali che interpretazioni gustose della cucina di Graziano. L’aperitivo, vero rito nella conca ampezzana, si fa con un cocktail alla salvia all’Hotel Cortina sul Corso Italia.

Non abbiamo dimenticato la sostenibilità, elemento fondamentale di questa raffinata cucina di montagna.  Jägerhaus è un agriturismo e un’azienda agricola che produce e vende prodotti biologici al 100%. Dispone di un vasto assortimento di prodotti tipici realizzati con ingredienti naturali provenienti dalla propria campagna. Il Caseificio Piccolo Brite produce e vende prodotti locali: yogurt alla frutta in vetro, burro di pura panna, formaggi di alpeggio, ricotta di latte vaccino, formaggi erborinati e speck stagionato otto mesi. Verdura a km 0, zuppe pronte al consumo, sottoli, sottaceti e pesto di cappucci sono i prodotti dell’azienda agricola El Rustego.

Non dimentichiamoci di Food for Good, progettodelle Onlus Banco Alimentare ed Equovento e dell’associazione della meeting industry italiana Federcongressi&eventi, che prevede che il recupero del cibo non consumato dopo gli eventi  per essere donato.  Fondazione Cortina 2021 ha aderito per contrastare lo spreco alimentare  in vista dei Mondiali. Il primo recupero di cibo è stato portato a termine per Effetto Cortina 2021The Queen of Taste è lo street food festival dove gli chef di Cortina propongono piatti tipici e non della cultura gastronomica ampezzana, con particolare attenzione ai prodotti del territorio. Prossimo appuntamento: settembre 2021 (www.thequeenoftaste.cortinaforus.it)

 Maggiori informazioni sulle specialità culinarie: https://www.dolomiti.org/it/cortina/ricette 

In copertina: Prelibatezza SanBrite Cortina d’Ampezzo  Foto:  Stefania Giorgi                                        

Riccardo Gaspari, SanBrite’s chef Foto: Stefania Giorgi

Da Aurelio Bandion

Raffinata tradizione nella pietanza del SanBrite                                          Foto: CortinaMarketing      

 Hotel Cortina-Cortina-Bar     

In alto: Casunziei Foto: www.bandion.it  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *